FRANCIA - Lione

Festa delle Luci in Borgogna

  • Minitour , Tour di gruppo
  • 3 giorni / 2 notti
  • 3 stelle
  • Mezza pensione

La Festa delle Luci di Lione nasce da un modo particolare che gli abitanti della città francese scelsero per celebrare, nel 1852, l’inaugurazione della Cappella realizzata da uno scultore locale sulla sommità della collina di Fourvière. I lavori furono abbastanza travagliati e l’evento fu più volte rinviato a causa delle forti piogge e dell’esondazione del fiume. Quando finalmente l’opera fu terminata, non l’8 dicembre come era stato previsto ma il 12, i lionesi vollero dimostrare la loro felicità illuminando le prorpie case. Nel giro di due ore, secondo la tradizione, tutta la città era illuminata a giorno e la Cappella di Fourvière risplendeva nel buio della notte.
Da allora ogni anno, Lione si illumina e si anima con proiezioni, musica, incontri ed eventi culturali: dalle 18.00 all’una di notte i quattro angoli della città risplendono grazie ad oltre 70 installazioni, curate dagli studenti degli istituti superiori di arte e design, che mettono in luce facciate, monumenti e scalinate.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Dettagli

PROGRAMMA DI VIAGGIO


venerdì 6 dicembre: MILANO - AOSTA - LIONE (Km 460)
Al mattino partenza dalla località prescelta in direzione di Milano.
Incontro con l’accompagnatore e inizio del viaggio in pullman G.T. verso Aosta. Tour orientativo della città con l’accompagnatore. Pranzo libero e tempo a disposizione per la visita del Marché Vert de Noël. Nel cuore della città viene ricreato un colorato villaggio alpino, con tanto di strade, piazze, ponti, chalet in legno ed un vero bosco di abeti tra musica, luci e tanta allegria.
Proseguimento per Lione, terza città di Francia dopo Parigi e Marsiglia, capoluogo della regione Rodano-Alpi.
Sistemazione in hotel nei dintorni di Lione. Cena e pernottamento. 


sabato 7: LIONE
Prima colazione in hotel. Al mattino incontro con la guida per la visita di Lione, antica colonia romana, fondata alla confluenza del Rodano e della Saona e annoverata dall’Unesco nel Patrimonio dell’Umanità. Visita della Vecchia Lione, ovvero la zona rinascimentale lungo la riva destra della Saona, continuazione con la “Penisola”, vero cuore della città. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio tempo a disposizione in centro città per ammirare l’incredibile spettacolo della “Festa delle Luci”.
L’antica manifestazione popolare in omaggio alla Vergine Maria si è oggi trasformata in uno degli eventi più noti di tutta la Francia: artisti e coreografi provenienti da tutto il mondo rivestono i principali monumenti, chiese, fontane, ponti, e la metropolitana con mille luci colorate creando uno scenario da favola. Cena libera.
In tarda serata rientro in hotel e pernottamento.


domenica 8: LIONE - ANNECY - MILANO (Km 470)
Prima colazione in hotel. Al mattino partenza per Annecy, piccolo gioiello della Savoia, nota come la “Venezia della Savoia”. Si distingue per la sua bella architettura urbana, con canali e piccoli ponticelli in pietra, casette colorate e negozietti d’arte. Tempo a disposizione per la visita dei mercatini di Natale. Nel pomeriggio partenza per Milano. In serata rientro alla località di partenza.


SPECIALE NAVETTA GRATUITA DA:
- Verona - Brescia - Bergamo - Milano e caselli intermedi
- Bologna - Modena - Reggio - Parma - Piacenza e caselli intermedi
- Novara - Ivrea - Aosta e caselli intermedi
Per partenze da altri caselli autostradali chiedere al promotore di fiducia

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Date e prezzi
Prezzo
06/12/19 / 08/12/19
prezzo del pacchetto a persona in camera doppia
€ 389

Supplementi

dal 06/12/19 al 08/12/19
camera singola
€ 145
Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Incluso/Escluso

La Quota si intende per persona in camera doppia
Supplementi e riduzioni per altre tipologie di camera su richiesta.

LA QUOTA COMPRENDE
- Trasporto in pullman Gt per tutto il circuito. 
- Accompagnatore professionista per tutto il circuito.
- Sistemazione in hotel 3 stelle sup in camera doppia. 
- Mezza pensione bevande escluse
- Visite guidate 

LA QUOTA NON COMPRENDE
- Quota d'iscrizione al viaggio 20,00 euro per persona (OBBLIGATORIA)
- Assicurazione medico bagaglio annullamento 26,00 euro per persona (FACOLTATIVA)
- Bevande ai pasti
- Tutti gli ingressi salvo ove diversamente specificato
- Facchinaggi, mance ed extra in genere
- Tutto quanto non espressamente menzionato alla voce “la quota comprende”.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Appunti di Viaggio

INFO DESTINAZIONE

Lione, la città francese capoluogo della regione Rodano-Alpi, è splendida tutto l’anno, ma c’è un periodo particolare in cui la sua bellezza brilla ancora di più. Dall’8 all’11 dicembre, infatti, va in scena La Festa delle Luci, una ricorrenza che si festeggia da ormai 150 anni e che, ogni anno, riscuote sempre più successo. Questa festa ha origini antichissime, nonché un profondo significato. Nel 1643, in occasione della fine della terribile pestilenza che afflisse il sud della Francia, i notabili lionesi fecero voto alla Vergine Maria, giurando che, per la grazia ricevuta, le avrebbero reso omaggio ogni anno. Da allora, l’8 settembre, festa della natività di Maria e della consacrazione della città di Lione alla Vergine, si svolge un corteo in onore della Madonna, il quale giunge fino a Fourvièrte, dove sorge una chiesa dedicata a Notre-Dame. L’8 settembre 1852, all’interno di questa chiesa, doveva essere inaugurata una nuova statua della Vergine, ma, a causa di un alluvione, la cerimonia fu rinviata all’8 dicembre, ricorrenza dell’Immacolata Concezione. Per l’inaugurazione era prevista una festa in grande stile, con fuochi artificiali e bande. Per rendere il tutto ancor più grandioso, i cattolici proposero di illuminare le facciate delle case, come era d’uso nelle grandi occasioni. Ma la mattina dell’evento, un forte temporale colpì Lione e il tutto fu spostato la domenica seguente. Nel pomeriggio, però, il tempo migliorò e la popolazione cittadina, che tanto aveva atteso quella data, accese spontaneamente le luci delle proprie abitazioni e scese nelle strade cantando e urlando “Viva Maria”. In contemporanea, dei fuochi del Bengala accesi all’ultimo momento illuminavano la strada e la chiesa. La celebrazione ebbe talmente successo e piacque talmente tanto ai cittadini che da allora si tiene ogni anno.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!

Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!